Le Biblioteche comunali fiorentine

Le Biblioteche comunali fiorentine costituiscono la rete di pubblica lettura della Città di Firenze. Mettono a disposizione spazi, risorse, servizi e competenze per soddisfare le esigenze informative, culturali e di intrattenimento dei cittadini

++AVVISO++
Per la giornata di venerdì 2 Dicembre 2022 è previsto uno sciopero generale nazionale indetto dalle sigle sindacali COBAS, USB e altri.
Qui tutte le informazioni sui servizi garantiti.

Scopri le attività, le proposte di lettura e le novità delle Biblioteche
Scopri il calendario delle attività

Le Biblioteche offrono servizi omogenei, opportunità di crescita culturale per la città e organizzano attività e progetti per le diverse fasce d'età anche in collaborazione con associazioni, enti e istituti del territorio. Sono "Biblioteche di tutti" che si propongono di entrare a far parte della vita quotidiana della cittadinanza promuovendo la lettura, il libro e l’apprendimento come strumenti indispensabili per l’emancipazione civile, sociale ed economica degli individui. L'obiettivo è favorire l’accesso alle risorse e soddisfare in modo sempre più appropriato e qualificato le esigenze di tutte le zone della città.

L'accesso alle Biblioteche è libero e gratuito. Per utilizzare i servizi è necessario essere iscritti. L'iscrizione è gratuita con un documento d’identità valido.

Il sistema è articolato in:

2 biblioteche di interesse cittadino: Biblioteca delle Oblate e Palagio di Parte Guelfa;

9 biblioteche del territorio:

2 biblioteche scolastiche gestite attraverso convenzioni con gli Istituti Scolastici di riferimento;

1 Bibliobus;

1 punto di lettura: Punto Luciano Gori;

5 punti di prestito nei centri commerciali Unicoop Firenze;

2 punti di prestito in ospedale (Ospedale Santa Maria Nuova e Ospedale San Giovanni di Dio);

3 punti di prestito all'interno degli Istituti Penitenziari Gozzini e Sollicciano.

Con estesi orari di apertura, spazi per lo studio ed il tempo libero, offerte per lo sviluppo creativo della persona e servizi adeguati ai ritmi della vita quotidiana le Biblioteche sono luoghi di incontro della comunità di riferimento. Le Biblioteche sostengono sia l’educazione individuale e l’autoistruzione, sia l’istruzione formale a tutti i livelli attraverso l'alfabetizzazione informatica e digitale e i corsi di lingua, sono servizi di prossimità e contribuiscono, valorizzando il pluralismo e le diverse tradizioni culturali, a promuovere processi di confronto e integrazione incoraggiando il dialogo interculturale. Le Biblioteche organizzano molte attività e iniziative culturali: presentazioni di libri, conferenze, rassegne letterarie, incontri sulla storia cittadina, letture ad alta voce, laboratori e offrono collezioni, servizi e attività dedicate ai bambini, ragazzi e ai giovani adulti.

Le Biblioteche mettono a disposizione un patrimonio di quasi 550.000 unità tra libri, CD e DVD riviste e quotidiani prevalentemente collocati a "scaffale aperto" cioè direttamente accessibili da parte del pubblico che permette, grazie a sistemi di collocazione semplici e intuitivi, di trovare in autonomia ciò che si cerca e di scoprire ciò che non si conosce. Grazie alle postazioni dedicate e alla rete Firenze wi-fi è possibile navigare in rete per studiare e documentarsi.

Il sistema delle Biblioteche comunali fiorentine, nato nel 2012, fa parte del Sistema Documentario Integrato dell'Area Fiorentina (S.D.I.A.F), si impegna a realizzare le finalità dichiarate nel "Manifesto UNESCO per le biblioteche pubbliche" e aderisce al "Manifesto della comunicazione non ostile" ponendosi al centro di un progetto sociale di sensibilizzazione contro la violenza delle parole, la disinformazione e l'analfabetismo digitale.

Il Comune di Firenze, con le sue articolazioni territoriali di Quartiere, è titolare del servizio di pubblica lettura, gestisce il sistema delle Biblioteche comunali fiorentine con le modalità e nelle forme previste dalla normativa vigente.

Le raccolte delle Biblioteche comunali sono costituite da documenti su diversi supporti e con diversi livelli di approfondimento e sono costruite per rispondere alle esigenze informative espresse dagli utenti e per cercare di intercettare i bisogni inespressi dell’intera comunità. Le raccolte sono finalizzate alla soddisfazione di bisogni di svago, di formazione e sviluppo culturale, di studio e ricerca delle diverse fasce d'età.

Le risorse documentarie possono essere ricercate attraverso il catalogo online (OPAC) del Sistema Documentario Integrato dell'Area Fiorentina (SDIAF).

Gli iscritti alle biblioteche comunali possono accedere a DigiToscana MediaLibraryOnLine (MLOL)  la biblioteca digitale  che consente di accedere via internet, da qualunque luogo e gratuitamente, a quotidiani, riviste, e-book, musica, banche dati, film, immagini, audiolibri, corsi a distanza.

L'accesso alle Biblioteche è gratuito. Per utilizzare i servizi bibliotecari è necessario essere iscritti. L'iscrizione è gratuita con un documento d’identità.

Nelle Biblioteche comunali è possibile consultare e prendere in prestito libri e materiale multimediale, navigare su Internet, partecipare a incontri di consulenza digitale, visite guidate e utilizzare molti altri servizi.

Sono attivi alcuni servizi online come la pre-iscrizione, il servizio Utente in linea, la biblioteca digitale DigiToscana MediaLibraryOnLine.

Per assicurare a tutti una buona permanenza è necessario osservare un comportamento corretto e composto con il personale e con gli altri utenti; rispettare le regole della biblioteca, le scadenze, pagare i corrispettivi stabiliti quando previsti; non arrecare danni al patrimonio, agli arredi e alle strutture e non recare alcun pregiudizio al regolare funzionamento delle biblioteche.

Il Regolamento delle Biblioteche comunali fiorentine disciplina le modalità di accesso e di uso dei servizi ed è stato approvato con Deliberazione n. 29 del 29.6.2021.

La Carta dei servizi è stata approvata con Determina dirigenziale n. 08630 del 24.12.2021 e costituisce il principale strumento di comunicazione e di impegno nei confronti dell’utenza, attraverso la quale si individuano i principi, l’organizzazione e gli standard qualitativi dei servizi offerti, oltre a delineare le modalità di coinvolgimento e di partecipazione dei cittadini alla vita delle biblioteche.

Le Biblioteche organizzano una programmazione culturale orientata alla promozione del libro e della lettura con incontri, dibattiti, presentazioni e altre iniziative volte a promuovere la conoscenza e l’uso dei suoi servizi, la lettura, l’informazione, l’alfabetizzazione.

Le attività e i progetti vengono realizzati anche in collaborazione con enti, istituzioni, associazioni, scuole, università e altri soggetti che operano sul territorio.

Le Biblioteche dispongono di spazi, collezioni e servizi specifici dedicati ai bambini, ai ragazzi e ai giovani, offrono consigli di lettura e organizzano attività didattiche e rivolte alle famiglie per promuovere il libro e la lettura.

Le Biblioteche organizzano periodicamente rassegne e selezioni bibliografiche dei propri materiali, per promuovere le raccolte, approfondire particolari tematiche, in occasione di ricorrenze, eventi, iniziative e progetti organizzati o realizzati in biblioteca. Le Biblioteche propongono anche liste di proposte di lettura e risorse digitali disponibili su DigiToscana MediaLibraryOnLine.

Il personale è a disposizione per la stesura di bibliografie, consigli di lettura e ricerche particolarmente complesse che non possono essere elaborate in presenza, prenotando un appuntamento, e offrono suggerimenti, bibliografie tematiche e consigli di lettura a insegnanti, educatori, genitori e a chi si occupa di bambini e ragazzi.

Le biblioteche si impegnano attivamente nella costante ricerca di alleanze con le realtà culturali e sociali del territorio, istituzionali e non istituzionali, che possano condividere i valori e gli obiettivi della biblioteca di pubblica lettura e con le quali poter avviare e realizzare proposte di coinvolgimento della cittadinanza. Sono strategiche, e particolarmente curate, le relazioni con gli Istituti scolastici di ogni
ordine e grado, con gli Uffici culturali e con gli enti e le associazioni dei quartieri di riferimento. Le biblioteche partecipano a progetti e aderiscono a convenzioni sostenuti e coordinati a livello locale, regionale e nazionale al fine di:
• promuovere il libro e la lettura, con speciale attenzione ai bambini di età prescolare e scolare, ai ragazzi e agli adolescenti (ad es. programma Nati per leggere, Chiavi della città, campagna di promozione della lettura Maggio dei Libri);

• favorire la conoscenza e la fruizione dei servizi bibliotecari e, in generale, della storia e del patrimonio culturale, sociale e ambientale della città e dei suoi quartieri, con particolare riguardo alle persone portatrici di bisogni speciali e difficoltà sensoriali/motorie/cognitive (ad es. Bibliopassi);

• sostenere l’educazione e la formazione permanente lungo tutto l’arco della vita (ad es. Progetto TRIO, Progetto Biblioteca in carcere);

• incoraggiare l’interazione tra persone di diversa nazionalità, genere, età e religione (ad es.Scaffale Circolante del Polo Regionale di Documentazione Interculturale, progetto MammaLingua, Storie per tutti, nessuno escluso);

• rendere maggiormente fruibile il patrimonio (ad es. Indice SBN, catalogo collettivo delle pubblicazioni acquisite dalle biblioteche aderenti al Servizio Bibliotecario Nazionale, MedialibraryOnLine) in collaborazione con SDIAF.

Sono molte le Associazioni “Amici delle biblioteche” che collaborano e supportano le biblioteche nell'apertura delle sale lettura e nella promozione delle attività culturali, educative ed artistiche interpretando i bisogni culturali dei cittadini:

- Conoscere Firenze alla Biblioteca delle Oblate e Biblioteca Palagio di Parte Guelfa

- Amici della Biblioteca Thouar

- Taralluzzi - Amici della Biblioteca Mario Luzi

- Associazione Calzini bucati alla Biblioteca Villa Bandini

- Associazione Lib(e)ramente - Pollicino per BiblioteCaNova Isolotto

Le Associazioni Auser filo d'argento, Auser centro e Il Melograno collaborano alla realizzazione del progetto “Un libro e un volontario per amico... Leggere fa bene: libri in corsia" predisposto dalla Biblioteca delle Oblate e da BiblioteCaNova Isolotto e attivo presso l'Ospedale Nuovo San Giovanni di Dio a Torregalli e l'Ospedale di Santa Maria Nuova.

Le Biblioteche aderiscono al programma dei Percorsi per le Competenze Trasversali e l'Orientamento (PCTO) affinché gli studenti delle scuole superiori possano integrare il percorso formativo con un'esperienza diretta nel mondo del lavoro e per conoscere maggiormente l'universo della biblioteca e accolgono i volontari del servizio civile universale.

Le Biblioteche rispondono ad un proprio Sistema di identità visiva, un sistema coordinato, omogeneo e ordinato che caratterizza l'immagine istituzionale delle Biblioteche comunali rendendole riconoscibili come entità unitaria all'esterno valorizzando le particolarità di ogni biblioteca.

Il Sistema, coerente con quello istituzionale della Città di Firenze, contraddistingue ogni biblioteca con un colore che è presente nel logo e in tutti i materiali di comunicazione.

Le Biblioteche monitorano costantemente la performance relativa ai servizi, le collezioni, le attività e i progetti.

Per avere una visione dell'andamento dei servizi e delle attività viene pubblicato, in collaborazione con l'Ufficio di statistica del Comune di Firenze, un report annuale con i dati rilevati e commentati e con dei focus tematici specifici.

I profili social delle Biblioteche comunali hanno l'obiettivo di promuovere i servizi, le collezioni, le attività e i progetti e il libro e la lettura come fattore di crescita culturale, personale e civile.

I canali social sono gestiti dall’ufficio promozione del Servizio Biblioteche in collaborazione con il personale delle biblioteche. I post vengono pubblicati e moderati con una frequenza quasi quotidiana e l'attività si riduce nei mesi estivi e nel periodo natalizio.

Tutti hanno il diritto di intervenire ed esprimere la propria opinione liberamente, attraverso post e commenti ai post pubblicati. Ogni intervento deve rispettare le comuni regole di civile convivenza, educazione e rispetto e i commenti e i post degli utenti rappresentano l'opinione dei singoli.

Non sono tollerati post non pertinenti, diffamatori, volgari o lesivi della persona, contenenti linguaggio d'odio o atteggiamenti che ledano la dignità delle persone e il decoro delle Istituzioni, i diritti delle minoranze e dei minori, i principi di libertà e uguaglianza e la diffusione di fake news.

Saranno rimossi contenuti che promuovono la discriminazione sulla base del genere, della lingua, della religione, delle opinioni politiche, credo, età, stato civile, nazionalità, etnia, disabilità fisica o mentale o orientamento sessuale; contenuti sessuali o link a contenuti sessuali; spam; commenti o post che presentino dati sensibili in violazione della Legge sulla privacy o qualsiasi altro commento che costituisca reato.

In caso di episodi ripetuti gli autori saranno bloccati per impedire ulteriori interventi.

Le Biblioteche comunali utilizzano i principi del “Manifesto della comunicazione non ostile”, a cui hanno aderito con con Delibera di Giunta N. 2018/G/00223, come netiquette delle proprie attività digital e social.

Pagine correlate

Scroll to top of the page