Catalogo e collezioni

I cataloghi online e le collezioni, anche digitali, delle Biblioteche comunali

Catalogo online

Le collezioni delle Biblioteche (libri, materiali multimediali, riviste...) possono essere ricercate sul catalogo online OPAC (Online Public Access Catalogue) del Sistema documentario dell'area fiorentina (SDIAF) per autore, titolo, soggetto, casa editrice, parole del titolo o del soggetto, per collana, o attraverso combinazioni diverse di questi ed altri elementi.

Il risultato della ricerca consente di sapere se l’opera è presente in una delle biblioteche del sistema e i tempi di attesa nel caso in cui il materiale sia in prestito.

La ricerca per liste propone le voci in ordine alfabetico, suddivise in liste (autore, titolo e collana). La ricerca per campi consente di effettuare, in modo facile e guidato, ricerche più articolate, ottenendo risultati immediati. La ricerca libera consente di ricercare liberamente uno o più termini presenti nei diversi campi dei record (autori, titoli, soggetti ecc.).

Il catalogo è accessibile 24 ore al giorno 7 giorni su 7 da qualsiasi PC, smartphone, tablet o supporto collegato a Internet. Attraverso postazioni dedicate, il catalogo è accessibile da tutte le Biblioteche comunali.

Dal 2009 il catalogo aderisce al Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN), la rete delle biblioteche italiane, e alla costituzione del catalogo unico nazionale: un unico sistema di servizi bibliografici e di circolazione dei documenti che assicura una descrizione univoca e coerente delle risorse documentarie. 

Le collezioni

Le raccolte documentarie, distribuite nelle varie sedi del Sistema bibliotecario e gestite come un’unica grande biblioteca cittadina, sono destinate alla generalità del pubblico e sono costituite da documenti su diversi supporti e con diversi livelli di approfondimento, costruite per rispondere alle esigenze informative espresse dagli utenti e per cercare di intercettare i bisogni inespressi dell’intera comunità. Le raccolte sono finalizzate alla soddisfazione di bisogni di svago, di formazione e sviluppo culturale, di studio e ricerca delle diverse fasce d'età e dei diversi ambiti di interesse.

Le raccolte documentarie comprendono: testi di letteratura e saggistica in italiano e in altre lingue; dizionari, enciclopedie, repertori;  fumetti e graphic novel; guide turistiche; audiolibri; quotidiani e riviste nazionali e internazionali; DVD, CD e altri supporti digitali; libri a grandi caratteri, audiolibri, libri tattili e in Braille, libri in simboli e in CAA;  partiture e spartiti musicali; manoscritti, disegni e manifesti; mappe e incunaboli; microfilm, stampe, fotografie; tesi di laurea.

Le collezioni sono prevalentemente collocate a scaffale aperto per favorire l’accesso diretto, fatte salve le misure adottate a garanzia della loro sicurezza e integrità.

Le Biblioteche valorizzano il proprio patrimonio con mostre bibliografiche, vetrine e scaffali tematici, pubblicazioni di bibliografie e bollettini anche all'interno del programma delle attività culturali.

L’incremento e l’aggiornamento del patrimonio delle Biblioteche avviene tramite acquisto, donazione, lascito, dono, scambio e per deposito delle pubblicazioni del Comune e di altri enti, come disciplinato dalla normativa in materia. L’acquisto di materiale documentario, bibliografico e multimediale è effettuato secondo un piano di programmazione annuale che fissa i criteri e le priorità, tenuto conto delle disponibilità di bilancio e nel rispetto delle procedure fissate dalle leggi e dai regolamenti per l’assegnazione delle forniture, al fine di garantire l’aggiornamento e il completamento delle raccolte e di fornire all’utenza un servizio culturale ed informativo completo. La scelta del materiale documentario, bibliografico e multimediale segue i criteri di sviluppo definiti nella Carta delle Collezioni dello SDIAF.

Le Biblioteche propongono all'interno delle proporie collezioni una selezione di fumetti, includendo la produzione dei grandi autori italiani e internazionali, albi illustrati, manga, graphic novel e opere di graphic journalism. L'obiettivo è quello di promuovere le varie espressioni delle diverse correnti del fumetto contemporaneo con un'attenzione alle nuove produzioni. Le sezioni raccolgono anche una selezione di saggi e manuali dedicati all'argomento, fumetti seriali che hanno fatto la storia del genere e riviste.

In molte Biblioteche i fumetti trovano spazio anche nelle sezioni bambini e ragazzi dove è possibile trovare manga e romanzi a fumetti per i lettori più giovani.

Le Biblioteche possiedono CD musicali con una selezione rappresentativa dei diversi generi musicali destinata ad un pubblico eterogeneo e collezioni di audiovisivi di cinema, documentari, teatro, serie televisive e cartoni animati.

Le collezioni di musica, seppur diverse in ogni biblioteca, comprendono musica classica e opera, jazz, blues, world, pop, rock e colonne sonore. Ai supporti multimediali si affiancano, in molte Biblioteche, collezioni di opere testuali che spaziano dalla storia della musica, alle autobiografie e biografie dei singoli autori, all'educazione all'ascolto. Si trovano inoltre opere divulgative finalizzate allo svago.

Le raccolte di DVD si propongono di offrire una collezione rappresentativa della storia del cinema, dei generi e degli attori e registi italiani e stranieri più significativi. La raccolte dedicano attenzione al cinema contemporaneo e d'autore e si propongono di rappresentare adeguatamente le diverse filmografie nazionali. Alcune Biblioteche possiedono anche documentari di diverse discipline, opere teatrali e video di concerti, spettacoli di cabaret e di balletto e serie televisive.

Le Biblioteche mettono a disposizione per il prestito e la consultazioni particolari tipologie di materiali per permettere a tutti di avvicinarsi alla lettura

Libri a grandi caratteri: rendono più agevole la la fruizione e la leggibilità di opere letterarie, saggistiche e non solo, attraverso una serie di caratteristiche quali: i caratteri di grandezza superiore alla media (corpo 16 e corpo 18), margini di impaginazione appositamente studiati, carta non riflettente e ad alto spessore e, infine, un rapporto equilibrato tra numero di caratteri, lunghezza della riga e interlinea. Le opere a grandi caratteri per adulti, bambini e ragazzi sono disponibili per il prestito e la consultazione in tutte le Biblioteche e sono identificati da una speciale etichetta.

Audiolibri: libri letti ad alta voce da attori professionisti, da lettori, da un motore di sintesi vocale o, talvolta, dagli scrittori stessi. Gli audiolibri sono disponibili in tutte le Biblioteche.

Libri tattili: realizzati con tecniche per il disegno a rilievo, rivestono un ruolo importante nella didattica e, in generale, nell’informazione destinata a non vedenti.

Libri in Braille: il Braille è il metodo tradizionale di scrittura e lettura per i non vedenti basato sull’uso del tatto e consiste in segni alfabetici formati da gruppi di punti.

Libri per dislessici: volumi stampati con specifiche caratteristiche grafiche utili ad agevolare la lettura a chi presenta problematiche di dislessia: paragrafi brevi, mancata giustificazione a destra, grammatura della carta, caratteri tipografici appositamente studiati. I libri per dislessici sono presenti in tutte le Biblioteche.

Inbook: libri in simboli costruiti attraverso un adattamento e una traduzione in simboli del testo scritto. Questi testi nascono per i bambini con disabilità di tipo cognitivo o problemi di comunicazione ma possono anche servire per facilitare il passaggio dalla lettura guidata alla lettura autonoma che i bambini affrontano nel passaggio alla scuola elementare. Sono utili ai piccoli stranieri che devono imparare l’italiano e anche ad adulti con disabilità. Il modello è stato concepito dal Centro sovranazionale di comunicazione aumentativa.

Come trovare i materiali sul catalogo

La Biblioteca delle Oblate e BiblioteCaNova Isolotto – che posseggono il maggior numero di titoli – hanno scelto di creare delle "Sezioni" sui proprio cataloghi online mentre le altre biblioteche hanno preferito utilizzare il campo “Sottoinsiemi del catalogo”. Attraverso il catalogo di ciascuna biblioteca, nella modalità di “Ricerca per campi”, è possibile accedere ad entrambe le opzioni di consultazione del patrimonio.

Le risorse digitali

Su DigiToscana - MediaLibraryOnLine – la biblioteca digitale che consente di accedere gratuitamente, via Internet, a quotidiani, riviste, musica, film, etc. – è possibile prendere in prestito ebook accessibili a persone non vedenti e ipovedenti, contrassegnati dal bollino LIA (Libri Italiani Accessibili) che garantisce l'usabilità attraverso differenti strumenti (sintesi vocale, barre braille, lettura a caratteri ingranditi). Il progetto LIA è gestito dalla Fondazione LIA, realizzato inizialmente grazie ad un finanziamento del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e con la collaborazione dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.

Percorsi di lettura facilitata - Anno 2015
Ricognizione dei materiali di lettura facilitata: libri a grandi caratteri (corpo 16 e 18), audiolibri, libri tattili ed in braille e libri stampati con caratteristiche tali da renderli particolarmente fruibili da lettori dislessici.

Per rispondere alle esigenze di prima informazione le Biblioteche hanno in abbonamento quotidiani, riviste di attualità e divulgazione (benessere, giardinaggio, cucina, fotografia e turismo, etc...). Alcune Biblioteche hanno inserito nelle collezioni anche riviste specialistiche e quotidiani e periodici in lingua straniera. Alcune Sezioni dedicate a bambini e ragazzi dispongono di periodici dedicati e mettono a disposizione riviste specializzate per docenti e genitori.

Si possono trovare nelle biblioteche, oltre ai numeri in corso: i quotidiani degli ultimi 30 giorni; i settimanali dei tre mesi precedenti; i mensili degli ultimi dodici mesi; per i periodici con uscite superiore al mese, l’anno in corso più il precedente. Le biblioteche conservano alcune testate in modo permanente, in relazione alle tematiche di interesse specifico e alla completezza delle collezioni.

Su DigiToscana MediaLibraryOnLine (MLOL) è possibile consultare l'edicola digitale con testate nazionali e internazionali, riviste e periodici consultabili ogni giorno.

Nelle Biblioteche sono presenti varie tipologie di materiali documentari dedicati all'intercultura.

Gli obiettivi di questa collezione sono quelli di sensibilizzare i frequentatori delle biblioteche ai temi dell'intercultura, rispondere alle esigenze delle comunità linguistiche presenti in città con l'obiettivo di favorirne l'integrazione sociale, di offrire opportunità di apprendimento dell'italiano, di avvicinamento alla nostra cultura e di mantenimento di un contatto con la propria, offrire uno strumento di supporto alla professionalità di docenti, operatori, mediatori culturali, bibliotecari e cittadini interessati a questi temi.

Nelle collezioni si trovano: dizionari e testi bilingui, plurilingui e monolingui, grammatiche, frasari e libri per l'apprendimento della lingua italiana come L2 e per le lingue straniere. Le letterature sono rappresentate con opere di narrativa di autori stranieri tradotti in lingua italiana, in lingua originale e/o con testo a fronte.

L'offerta documentaria include anche testi per conoscere e promuovere l'intercultura e relativi all'integrazione, libri di didattica e dedicati all'accoglienza nella scuola, musica etnica, film in lingua italiana e originale.

La collezione di BiblioteCaNova Isolotto è arricchita dalle collezioni in lingua dello "Scaffale circolante" curato dal Polo regionale di documentazione interculturale di Prato.

Le raccolte delle Biblioteche sono formate anche da manuali e pubblicazioni dedicati al tempo libero con volumi su attività ricreative, giochi, giardinaggio, cucina, economia domestica, bricolage, decoupage e ricamo.

Molte sono le proposte di lettura orientate al benessere con testi su cura della persona, promozione della salute, alimentazione, medicina naturale, ginnastica salutare, terapie e yoga.

Le Biblioteche possiedono anche guide turistiche di città, regioni e paesi del mondo, manuali, cataloghi, libri illustrati e in grande formato dedicati al viaggio e alla sua organizzazione e cartine stradali.

Sono considerate opere antiche, rare e di pregio i manoscritti e i carteggi, gli archivi di personalità e istituzioni, le opere stampate manualmente (data convenzionale ante quem: 1830), tutte le opere, anche posteriori a queste date, che presentino caratteristiche di rarità, le edizioni recanti autografi di particolare rilevanza, gli esemplari con legature di pregio e/o contenenti tavole e/o illustrazioni di particolare valore iconografico.

Le opere antiche, rare e di pregio sono escluse dal prestito. La loro consultazione è consentita in specifiche sale di consultazione, sotto la diretta sorveglianza del personale addetto, secondo le prescrizioni della Soprintendenza Archivistica e Bibliografica cui sono demandate le funzioni di vigilanza e tutela (ai sensi del Dl 16 gennaio 2015, n. 78 convertito con modifiche in Legge 6 agosto 2015, n.125). Nel caso esistano riproduzioni digitali e/o fotografie del materiale, dovrà essere consultata per prima la versione digitale ed eventualmente, in seconda istanza, l’originale ed eventuali riproduzioni dei materiali possono essere richieste al personale della biblioteca.

I fondi storici possono essere integralmente esclusi dal prestito, a prescindere dalla presenza di nuclei di materiale moderno, per decisione della biblioteca. Sono esclusi dal prestito le opere dei fondi speciali o soggette a vincoli giuridici ed i volumi di cui il donatore o il testatore ne abbia vietato il prestito.


Le biblioteche che hanno un consistente patrimonio storico sono la Biblioteca delle Oblate, la Biblioteca di Palagio di Parte Guelfa, la Biblioteca Pietro Thouar e la Biblioteca I.S.I.S. Leonardo Da Vinci. Piccoli nuclei di collezioni storiche sono presenti anche in altre Biblioteche comunali.

Le biblioteche territoriali si impegnano a documentare la vita e la storia della porzione territoriale corrispondente al quartiere cui afferiscono, compresa la produzione letteraria degli autori locali. La Biblioteca delle Oblate, in quanto erede della Biblioteca comunale centrale, estende il raggio di azione all’area metropolitana fiorentina. I materiali antichi (anteriori al 1830), rari e di pregio possono essere richiesti in consultazione, effettuandone richiesta al personale. La consultazione è consentita in apposite sale, con specifiche modalità, sotto la sorveglianza del personale.
Presso BiblioteCaNova Isolotto ha sede l’Archivio Movimento di Quartiere, promosso e gestito dall’omonima associazione, con cui il Comune di Firenze ha stipulato un patto di collaborazione. L’Archivio raccoglie e conserva documentazione inerente all’attività del Movimento di base a Firenze, a partire dal 1966.

 

 

 

Collezioni digitali - DigiToscana MediaLibraryOnLine

DigiToscana MediaLibraryOnLine è la biblioteca digitale che consente di accedere gratuitamente, via internet, da qualunque luogo e gratuitamente, a quotidiani, riviste, e-book, musica, banche dati, film, immagini, audiolibri, corsi a distanza.

Pagine correlate

Scroll to top of the page