Punti di prestito decentrati

Gestito dai volontari dell'Associazione Lib(e)ramente-Pollicino si trova nei locali che fino al 2008 ha ospitato la Biblioteca dell'Isolotto. Offre servizi di prestito, consultazione e navigazione Internet.

Punto lettura Luciano Gori
055 702830
Via degli Abeti

Orario
lunedì 9.30 - 12.30
dal martedì al venerdì 16 -19
I servizi terminano 15 minuti prima della chiusura

Chiusure: 20, 21, 22, 25 aprile - 1 maggio - 2, 24 giugno - dal 1° al 25 agosto - 1 e 2 novembre - 23, 24, 25, 26, 30 e 31 dicembre

I punti di prestito nei centri commerciali Unicoop Firenze di Gavinana, Novoli, Ponte a Greve e Via Cimabue sono realizzati all'interno del progetto "Presta Libri & Co. Alimenta gratis la mente" realizzato da Unicoop Firenze, in collaborazione con la Regione Toscana, per la promozione della biblioteca e della lettura all'interno dei centri commerciali.

Si tratta di un servizio completamente gratuito, a cui hanno aderito anche le Biblioteche comunali, che forniscono libri, riviste e materiale multimediale per il prestito. Con il contributo delle sezioni soci Coop e di tanti volontari, sono nate postazioni di prestito e ricerca libri, le Bibliocoop, che portano la cultura nei luoghi abituali della spesa, con numerose iniziative di promozione e invito alla lettura.

Punti BiblioCoop e biblioteche coinvolte:

Firenze sud est, c/o Coop via Erbosa 66b/c 68, in collaborazione con la Biblioteca delle Oblate e Biblioteca Villa Bandini aperto il martedì, mercoledì e giovedì 10 - 12.30 e 16.30 - 19

Firenze sud ovest, c/o Coop Firenze viuzzo delle Case Nuove, in collaborazione  con  BiblioteCaNova Isolotto aperto il lunedì 9.30 - 12.30 e 16 - 18.30 e il giovedì 16 - 18.30

Firenze nord ovest, c/o Coop Firenze via Forlanini 1/3, in collaborazione con la Biblioteca Filippo Buonarroti e alla Coop di via Carlo del Prete (specializzata in kids e "Nati per leggere") aperto il lunedì e venerdì 9.30 - 12 e il mercoledì 16 - 18

Firenze nord est, c/o Coop via Cimabue in collaborazione con la Biblioteca delle Oblate e la Biblioteca Mario Luzi aperto il martedì 10 - 12 e il giovedì 16.30 - 18.30

Le Biblioteche aderiscono al progetto regionale "Parole di salute @lla tua biblioteca" che ha come obiettivo la promozione della lettura e della biblioteca all'interno dell'ospedale.
Un libro un volontario per amico. Leggere fa bene, libri in corsia è attivo presso:

Ospedale Nuovo San Giovanni di Dio a Torregalli, in partenariato con ASL, BiblioteCaNova Isolotto, Biblioteca Comunale di Scandicci e AUSER.

Ospedale di Santa Maria Nuova in partenariato con ASL, Biblioteca delle Oblate, AUSER sezione centro.

Il servizio è rivolto a tutti coloro che per qualunque motivo si trovano in ospedale: degenti, personale infermieristico e medico, persone inserite nei programmi di day-hospital, familiari, visitatori.

Dal 2014 grazie al protocollo di intesa siglato dalla Direzione Cultura e Sport con la Direzione della Casa circondariale di Sollicciano e con la Direzione della Casa circondariale Mario Gozzini è stata attivata la collaborazione tra BiblioteCaNova Isolotto, le biblioteche della sezione maschile e femminile della Casa circondariale di Sollicciano e la biblioteca interna della Casa circondariale Mario Gozzini.

Il progetto ha portato alla riorganizzazione delle biblioteche in carcere grazie all'incremento delle collezioni, alla catalogazione e alla valorizzazione del patrimonio e una maggiore attenzione alla promozione dei servizi e delle attività e all'attivazione dello Scaffale circolante del Polo regionale di documentazione interculturale.

La promozione del servizio della biblioteca, della lettura e della scrittura ha anche permesso di sviluppare il rapporto con i detenuti facendo diventare la biblioteca come un punto di riferimento, una risorsa molto significativa nel contesto penitenziario sotto gli aspetti della socializzazione, l’acquisizione e l’arricchimento delle capacità espressive.

Il servizi bibliotecari in carcere recepiscono le Linee guida per i servizi bibliotecari ai detenuti dell'IFLA (International Federation of Library Associations) che pongono la biblioteca come "una parte importante dell'ambiente carcerario, grazie al suo sostegno ai programmi educativi, ricreativi e riabilitativi. La biblioteca carceraria garantisce inoltre un livello di normalità in un ambiente altamente regolato, essendo un posto dove gli individui sono liberi di fare le loro scelte e impegnarsi in attività autonome. La biblioteca regala una finestra sul mondo esterno e può fornire molte informazioni utili a coloro che si preparano alla scarcerazione."

Le Little free library sono mini casette/librerie ospitate nel verde urbano, dove, in base alla filosofia del “take a book-return a book” (prendi un libro - lascia un libro) è possibile scambiarsi e condividere letture.

Le Little free library sono pronte ad ospitare libri per ogni fascia d’età per promuovere il senso di comunità attraverso lo scambio di libri, diventando veri e propri luoghi di incontro letterario. In collaborazione con l’Associazione culturale Fare_Spazio.

Le Little free library sono al Giardino dell’Orticoltura in Via Vittorio Emanuele II (a cura della Biblioteca Orticoltura) e al Parco di Villa Vogel in Via Antonio Canova (a cura di BiblioteCaNova Isolotto)

Pagine correlate

Punti di prestito decentrati

Scroll to top of the page