Punti di prestito decentrati

Per promuovere la lettura in tutta la Città le Biblioteche comunali hanno predisposto alcuni punti di lettura e prestito decentrati anche nei centri commerciali Unicoop, negli ospedali e all'interno delle carceri.

Gestito dai volontari dell'Associazione Lib(e)ramente-Pollicino si trova nei locali che fino al 2008 hanno ospitato la Biblioteca dell'Isolotto nel Quartiere 4. Offre servizi di prestito, consultazione e navigazione Internet.

Punto lettura Luciano Gori
055 702830
Via degli Abeti

 

Il punto di lettura è temporaneamente chiuso

Dal 26 maggio sono aperte per i soli servizi di prestito e restituzione, la Biblioteca delle Oblate, la Biblioteca Mario Luzi, la Biblioteca Villa Bandini, BiblioteCaNova Isolotto e la Biblioteca Filippo Buonarroti. Le Biblioteche sono aperte martedì e giovedì dalle 14 alle 19 e mercoledì e venerdì dalle 9 alle 14.  Si accede solo su prenotazione. Per concordare un appuntamento è necessario contattare la biblioteca per email o per telefono durante l’orario di apertura.

Qui tutte le informazioni

I punti di prestito nei centri commerciali Unicoop Firenze di Gavinana, Ponte a Greve, via Forlanini, Le Piagge e Via Cimabue sono realizzati all'interno del progetto "Presta Libri & Co. Alimenta gratis la mente" realizzato da Unicoop Firenze, in collaborazione con la Regione Toscana, per la promozione della biblioteca e della lettura all'interno dei centri commerciali.

Si tratta di un servizio completamente gratuito, a cui hanno aderito anche le Biblioteche comunali, che forniscono libri, riviste e materiale multimediale per il prestito. Con il contributo delle sezioni soci Coop e di tanti volontari, sono nate postazioni di prestito e ricerca libri, le Bibliocoop, che portano la cultura nei luoghi abituali della spesa, con numerose iniziative di promozione e invito alla lettura.

Punti BiblioCoop e biblioteche coinvolte:

// Firenze sud est presso la Coop.fi Gavinana (via Erbosa 66b/c 68), in collaborazione con la Biblioteca delle Oblate e la Biblioteca Villa Bandini aperto il martedì, mercoledì, giovedì 9.30 - 12 e 16.30 - 19.

// Firenze sud ovest presso la Coop.fi di Ponte a Greve (viuzzo delle Case Nuove) in collaborazione con BiblioteCaNova Isolotto aperto il lunedì ore 9.30 - 12.30 e 16 - 18.30 e il giovedì 16 - 18.30.

// Firenze nord ovest presso la Coop.fi di via Forlanini 1/3, in collaborazione con la Biblioteca Filippo Buonarroti aperto il lunedì e venerdì ore 9.3 -12 e mercoledì ore 16-18 e alla Coop.fi Le Piagge aperto il lunedì 9.30 - 12 e venerdì 16 - 19.

//Firenze nord est presso la Coop.fi di via Cimabue in collaborazione con la Biblioteca delle Oblate e la Biblioteca Mario Luzi aperto il  martedì e il mercoledì dalle 10 alle 12 e il giovedì dalle 16.30 alle 18.30.

Le Biblioteche aderiscono al progetto regionale "Un libro un volontario per amico. Leggere fa bene, libri in corsia" che ha come obiettivo la promozione della lettura e della biblioteca all'interno dell'ospedale.
Il progetto è attivo presso:

Ospedale Nuovo San Giovanni di Dio a Torregalli, in partenariato con ASL, BiblioteCaNova Isolotto, Biblioteca Comunale di Scandicci e AUSER.

Ospedale di Santa Maria Nuova in partenariato con ASL, Biblioteca delle Oblate, AUSER sezione centro.

Il servizio è rivolto a tutti coloro che per qualunque motivo si trovano in ospedale: degenti, personale infermieristico e medico, persone inserite nei programmi di day-hospital, familiari, visitatori.

Dal 2014 grazie al protocollo di intesa siglato dalla Direzione Cultura e Sport con la Direzione della Casa circondariale di Sollicciano e con la Direzione della Casa circondariale Mario Gozzini è stata attivata la collaborazione tra BiblioteCaNova Isolotto, le biblioteche della sezione maschile e femminile della Casa circondariale di Sollicciano e la biblioteca interna della Casa circondariale Mario Gozzini.

Il progetto ha portato alla riorganizzazione delle biblioteche in carcere grazie all'incremento delle collezioni, alla catalogazione e alla valorizzazione del patrimonio e una maggiore attenzione alla promozione dei servizi e delle attività e all'attivazione dello Scaffale circolante del Polo regionale di documentazione interculturale.

La promozione del servizio della biblioteca, della lettura e della scrittura ha anche permesso di sviluppare il rapporto con i detenuti facendo diventare la biblioteca come un punto di riferimento, una risorsa molto significativa nel contesto penitenziario sotto gli aspetti della socializzazione, l’acquisizione e l’arricchimento delle capacità espressive.

Il servizi bibliotecari in carcere recepiscono le Linee guida per i servizi bibliotecari ai detenuti dell'IFLA (International Federation of Library Associations) che pongono la biblioteca come "una parte importante dell'ambiente carcerario, grazie al suo sostegno ai programmi educativi, ricreativi e riabilitativi. La biblioteca carceraria garantisce inoltre un livello di normalità in un ambiente altamente regolato, essendo un posto dove gli individui sono liberi di fare le loro scelte e impegnarsi in attività autonome. La biblioteca regala una finestra sul mondo esterno e può fornire molte informazioni utili a coloro che si preparano alla scarcerazione."

Scopri le attività

Pagine correlate

Scroll to top of the page