"In nomine Dantis": la 'moda medievale' nell'architettura cittadina fra 800 e 900

Le nuove sezioni dell'esposizione virtuale "In nomine Dantis. Il Medioevo Nazionale e la città ricostruita"

Al video - realizzato da Massimo Becattini - si aggiungono le nuove sezioni visibili dalla pagine web dell'Archivio Storico:

I - Un monumento per Dante 
II -  La casa di Dante
III - Medioevo mon amour
IV - Il centenario del 1921 e la nuova edilizia in carattere medioevale

Il mito di Dante, padre della lingua, assurge a simbolo di un medioevo rivisitato in chiave nazionale e la moda medievale si diffonde a Firenze e in Toscana segnando, nel centro e nelle nuove periferie, il volto architettonico della città. L'iniziativa è stata curata, per l'Archivio Storico, da Gabriella Carapelli.

La scheda dell'iniziativa sul portale delle celebrazioni per il settecentenario di Dante (in calce).

Hai trovato interessante questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato
Scroll to top of the page