Lettura, non ti temo!

Dal 9 novembre alla Biblioteca Thouar un ciclo di incontri dedicato ai lettori di oggi e di domani per promuovere la lettura e le strategie di studio

Confrontarsi con un testo scritto è una sfida che si presenta a tutte le età: dalla scuola dell’infanzia fino alle università i giovani lettori devono compiere un percorso di apprendimento complesso, a partire dal riconoscimento delle prime lettere alfabetiche e dalla manipolazione dei pezzettini che compongono le parole, fino all’applicazione di strategie e metodologie di studio che siano efficaci. Il ciclo comprende due incontri per bambini in età prescolare, due per bambini della scuola primaria, uno per studenti della scuola secondaria di I grado e uno per studenti universitari.

 "Il progetto fa parte di "La lettura che Ri-Lega", un ciclo di incontri rivolto a bambini, studenti e genitori per sviluppare nuove risorse a casa e a scuola che si svolgeranno anche alla Biblioteca Mario Luzi e alla Biblioteca Filippo Buonarroti a febbraio e marzo 2020."

Il ciclo di incontri è a cura di Promopsi, spin-off universitario specializzato nella psicologia dello sviluppo e dell’apprendimento nato all’interno del Laboratorio di Psicologia scolastica dell’Università degli Studi di Firenze.

Tutti i singoli incontri sono su prenotazione contattando la biblioteca. Per partecipare è necessario essere iscritti alla biblioteca. Per informazioni e prenotazioni telefonare al n. 055 2398740 oppure scrivere a bibliotecathouar@comune.fi.it

Calendario degli incontri

Parole a... pezzettini!
Sabato 9 e 16 novembre, 10.30 - 12 Sezione ragazzi

Un classico della letteratura infantile di Leo Lionni, la storia di un Pezzettino smarrito alla ricerca del proprio sé, apre la strada a un campo interpretativo diverso dal tema della ricerca e costruzione dell’identità. Quel piccolo Pezzettino, unico ma al cui interno si nascondono tanti altri piccoli pezzi, ben richiama il parallelismo con i piccoli e grandi pezzettini del linguaggio orale e scritto: le parole. Udite dai bambini come un’informazione percettiva unica, le parole nascondono in realtà, come Pezzettino, un piccolo segreto: la speciale e unica combinazione di fonemi e grafemi che dà loro significato e che, per gioco e divertimento come sp esso i bambini sapientemente imparano presto a fare, si presta a divertenti smantellamenti, inversioni, sostituzioni, ricombinazioni. Attraverso la lettura congiunta della storia Pezzettino e una serie di attività ludiche e interattive i piccoli protagonisti del laboratorio avranno la possibilità di fare non solo un’esperienza altamente alfabetizzante, ma potranno anche essere guidati verso una ulteriore consapevolezza linguistica, alla scoperta delle caratteristiche del linguaggio verbale, orale e scritto. Le attività proposte nel laboratorio potenziano le abilità implicate nell’apprendimento di lettura e scrittura e proteggono dal rischio di manifestare difficoltà dell’apprendimento alla scuola primaria.

Per bambini della scuola dell’infanzia tra i 4 e i 6 anni di età, accompagnati dai propri genitori.

Conosci il tuo nemico: vinci la distrazione!
Sabato 30 novembre e 7 dicembre, 10.30 - 12 Sezione ragazzi

L’attenzione è un processo cognitivo centrale nella riuscita del proprio nel percorso scolastico. Nei primi anni della scuola primaria in particolare i processi attentivi giocano un ruolo cruciale nell’acquisizione delle competenze di base, per esempio nei processi di lettura e comprensione del testo. Quante volte tra i corridoi delle scuole ha fatto eco un sonoro e imperativo “Attenti!” lanciato a tutta la classe da un insegnante alle prese con lo scompiglio e la distrazione dei propri alunni? Stare attenti a scuola... è una parola! Cosa vuol dir e prestare attenzione, come si può prestare attenzione? In questo laboratorio i bambini della scuola primaria e i propri genitori saranno chiamati a sperimentare e riflettere sui processi di attenzione e distrazione implicati nell’esperienza scolastica, in particolare nei compiti di lettura. Verranno proposte una serie di attività ludiche, interattive e coinvolgenti al fine indirizzare bambini e adulti verso la comprensione delle caratteristiche dell’attenzione e del riconoscimento dei limiti e delle risorse dei processi attentivi coinvolti nell’apprendimento.

Per bambini della scuola primaria tra i 6 e i 10 anni di età, accompagnati dai propri genitori.

Il Metacogni-Zaino: strategie di studio in spalla dedicati ai cicli di incontri per studenti della scuola secondaria di I grado.
Mercoledì 29 gennaio 2020, 17 -18.30, Sezione ragazzi

Il passaggio alla scuola secondaria di I grado comporta per gli studenti un importante cambiamento rispetto alle modalità di studio e al livello di autonomia richiesta. I ritmi di apprendimento si fanno più serrati, il numero delle materie aumenta considerevolmente, così come la complessità degli argomenti. Diventa così fondamentale incrementare la consapevolezza rispetto al proprio modo di studiare: conoscere meglio come si funziona nello studio consente di scoprire le proprie risorse, indirizzale strategicamente e selezionare in modo autonomo le strategie migliori per raggiungere il successo scolastico. Nel laboratorio verranno proposte attività interattive e coinvolgenti volte a promuovere una maggiore consapevolezza dei propri processi di apprendimento e l’assunzione un ruolo attivo nello studio, per indirizzare i partecipanti verso la scelta di attività, obiettivi, metodi e strumenti di apprendimento più efficaci.

Per studenti della scuola secondaria di I grado, tra gli 11 e i 13 anni.

Me-TO-DO: lo studio efficace
Mercoledì 19 febbraio, ore 17 - 18.30, Sala Altana

È possibile migliorare il proprio metodo di studio all’università? Molti giovani studenti che investono sul proprio futuro attraverso la loro formazione si confrontano quotidianamente con contenuti disciplinari complessi, aspettative di apprendimento elevate e tempi di consolidamento dei contenuti formativi talvolta non adeguati ai propri ritmi di studio. Essere più consapevoli del proprio stile di apprendimento, delle strategie attuate nello studio e delle modalità di organizzazione dei contenuti appresi, può rappresentare una svolta nel proprio percorso universitario. Nel laboratorio gli studenti saranno invitati a riflettere sui propri processi di apprendimento al fine di sviluppare uno metodo di studio attivo e strategico per affrontare al meglio il proprio percorso accademico.

Per studenti universitari.

Scroll to top of the page