Pier Paolo Pasolini

A 100 anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini, sabato 2 aprile la giornalista Alejandra Ortiz dialoga con Simona Zecchi autrice di libri inchiesta

Sabato 2 aprile alle ore 17.30 nella Sala Conferenze Sibilla Aleramo della Biblioteca delle Oblate, saranno presentati i libri di Simona Zecchi “L’inchiesta spezzata di Pier Paolo Pasolini. Stragi, Vaticano, DC: quel che il poeta sapeva e perché fu ucciso" e “Pasolini massacro di un poeta. Tutta la verità: la firma dei neofascisti, gli esecutori, gli emissari. I documenti e le foto inedite del corpo" (Ponte alle Grazie).

L’Autrice dialoga con la giornalista Alejandra Ortiz de La Jornada (Messico).

Mentre nel primo libro "Pasolini massacro di un poeta", la Zecchi  aveva mostrato come è stato ucciso Pier Paolo Pasolini  e chi si è incaricato della sua soppressione, ricostruendo quasi al dettaglio la trappola dell’agguato, nell'ultimo libro "L'inchiesta spezzata", l'Autrice mostra e spiega il perché è stato ucciso: attraverso nuovi documenti (con la forza delle immagini che li riproducono), nuove prove – quelle che un giornalista può portare – e nuovi testimoni.

I due libri sono disponibili in Biblioteca per il prestito e la consultazione. 

Simona Zecchi è giornalista e autrice di libri inchiesta. Negli ultimi due anni ha collaborato con l’emittente europea Euronews di Lione. È autrice di diverse esclusive e alcuni suoi lavori sono stati acquisiti in ambito investigativo. Ha vinto il Premio Marco Nozza 2016 per l'informazione critica e il giornalismo d'inchiesta, e il premio internazionale per il giornalismo d'inchiesta Javier Valdez 2019. Scrive su Il Fatto Quotidiano e altre testate. È autrice di saggi e traduttrice.

L'iniziativa è a cura di Ponte alle Grazie editore.

La partecipazione è gratuita e la prenotazione è consigliata telefonando al numero 055 261 6523 oppure scrivendo a bibliotecadelleoblate@comune.fi.it

Per partecipare agli eventi al chiuso è necessario indossare la mascherina FFP2 ed essere in possesso del green pass rafforzato e di un documento di identità, ad esclusione degli utenti di età inferiore ai dodici anni e dei soggetti esenti dalla campagna vaccinale.

Hai trovato interessante questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato
Scroll to top of the page