Il Mondo Bardini

Dal 28 giugno un programma di incontri d’autore a Villa Bardini su Stefano Bardini, la sua figura di antiquario e le sue straordinarie collezioni

Statue e sarcofagi antichi, dipinti rinascimentali, armi da parata e tappeti d’Oriente, rilievi e cornici, raffinati bronzetti e interi soffitti a cassettoni: queste non sono che alcune delle tipologie di opere e di manufatti artistici che il collezionista e antiquario Stefano Bardini amava, acquistava e commerciava in tutto il mondo.

In occasione del centenario dalla morte del “Principe degli Antiquari”, occorsa nel 1922, il Comune di Firenze e MUS.E, la Direzione Regionale Musei della Toscana, la Fondazione CR Firenze  e la Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron – con la collaborazione della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze – presentano un programma di incontri speciali a Villa Bardini tesi ad approfondire la figura dell’antiquario, le sue straordinarie collezioni e il sistema artistico che intorno a lui gravitava: si comincia mercoledì 28 giugno, con un primo incontro che vede coinvolti i principali fautori di questa iniziativa e che permette di “aprire le porte” di questo suggestivo e vivace mondo antiquario. Dopo la pausa estiva il ciclo riprenderà il 12 settembre, anniversario della morte dell’antiquario in occasione del quale La Filharmonie eseguirà un concerto con musiche del tempo, permettendo di riviverne le atmosfere e le tonalità e di ricordare questa straordinaria figura nel segno delle arti.

Dal 19 settembre al 6 dicembre si susseguiranno poi una serie di appuntamenti specifici resi possibili grazie ai contributi di grandi esperti e studiosi italiani e stranieri: ogni incontro permetterà così di approfondire aspetti diversi e peculiari di un gusto per l’arte indubbiamente eccezionale.

Programma

28 giugno 18.30 – Il Mondo Bardini

Giulia Coco – curatrice del Museo e Galleria Mozzi Bardini, Carlo Francini – Responsabile Firenze Patrimonio Mondiale e rapporti con UNESCO, Marco Mozzo – Direttore Museo e Galleria Mozzi Bardini, Antonella Nesi – già curatrice del Museo Bardini, Carlo Sisi – Direttore Commissione Tecnica Arte Fondazione CR Firenze e Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Firenze e Valentina Zucchi – responsabile mediazione culturale MUS.E

19 settembre h18.30 – Il rapporto fra Stefano Bardini e Wilhelm Bode 

22 settembre h18.30 –L’evoluzione della fotografia nell’impresa Bardini

19 ottobre h18.30 – Stefano Bardini e il tappeto orientale

8 novembre h18.30 – Stefano Bardini e la Torre del Gallo: un castello nuovo che risplende di antico 

6 dicembre h18.30 – Stefano Bardini e l’impresa alle origini del Made in Italy

Tutti gli incontri si svolgono a Villa Bardini e sono gratuiti; la prenotazione è obbligatoria: info@musefirenze.it e 055-27628224

Hai trovato interessante questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato
Scroll to top of the page