Festa d'autunno alla Biblioteca Pietro Thouar

Dalla Biblioteca innovativa alla Biblioteca sostenibile. Dal 4 ottobre

La Biblioteca sostenibile sarà il tema della Festa d’autunno, che, dopo due anni, torna alla Biblioteca Thouar, in parallelo al “Festival dello sviluppo sostenibile” organizzato da ASVIS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile 4-20 ottobre 2022).

Il mese di ottobre 2022 sarà infatti dedicato al racconto di cosa una biblioteca di quartiere può fare per contribuire allo sviluppo sostenibile della comunità e per portare avanti la propria missione informativa e divulgativa rispetto a pratiche di sostenibilità ambientale. Si tratta di un progetto complesso e di lunga durata, ma condiviso con le associazioni e i cittadini del territorio. Questa sinergia è la forza che rende durature e sostenibili idee e azioni che nascono dalla biblioteca di quartiere e che si radicano, e prendono forma, nella comunità territoriale.

Programma “Dalla Biblioteca innovativa alla Biblioteca sostenibile” 

Martedì 4 ottobre, ore 16:30

Inaugurazione della mostra "Tête-à-tête sur l’Herbe : Proust e Baudelaire" (Biblioteca Thouar, 4-11 ottobre 2022) a cura di Elisabeth Vermeer (Design for Everyday Life).

La mostra celebra l'anniversario dei cento anni della morte di Proust e il legame tra i due grandi autori della letteratura francese suggellato dal loro rapporto con la Natura. Le opere in mostra, realizzate con tecniche ibride che trovano il loro apice nelle sculture vegetali, raccontano di come la natura possa trasformare l'arte e la letteratura permettendo loro di farsi portatrici di messaggi di bellezza universale.

Evento di inaugurazione con reading poetici (Milena Buzzoni, Rosa Elisa Giangoia, Marisa Tumicelli, Martina Mei, Patrizia Loira), performance artistiche (Cri Eco), canti a cappella (Rossana Damianelli e Paolo Fabbroni) e la presentazione del libro Racconti dal giardino a cura di Isa Morando (Kanaga edizioni). A cura di Elisabeth Vermeer (Design for Everyday Life).

Giovedì 6 ottobre, ore 17

Primi passi verso la raccolta differenziata

Letture animate sulla natura, sugli animali, sui parchi e giardini, e laboratorio sulla raccolta differenziata, il risparmio energetico e il rispetto dell’ambiente per stimolare i bambini a sviluppare una propria sensibilità per la diffusione di città e comunità sostenibili.

Semi minuscoli che crescono e diventano coloratissimi fiori o alberi imponenti...l’aria, un’amica indispensabile delle piante, degli animali e anche di tutti noi...la magnifica acqua da cui ogni cosa prende vita...tante letture e filastrocche per insegnare ai più piccoli l’importanza della natura.

E dopo la teoria, passiamo alla pratica! Perché prendersi cura del nostro pianeta può diventare un gioco! Divertiamoci a fare la raccolta differenziata e impariamo alcuni trucchi per non sprecare l’acqua e la carta!

Dai 2 ai 5 anni. A cura della Sezione Ragazzi della Biblioteca Thouar

Venerdì 7 ottobre, ore 17

Parole in prestito. Letture in lingua madre in Oltrarno

Letture animate in lingua madre in alcuni dei luoghi più frequentati dalle famiglie dell'Oltrarno: la Biblioteca Thouar, il giardino dell'Ardiglione e la Ludoteca internazionale La Mondolfiera all'Ex Gasometro.

Le letture nascono all'interno di "Parole in prestito", un progetto interculturale che ha come obiettivo la creazione di un gruppo di lettori volontari e la realizzazione di una rete nel quartiere che valorizzi il bilinguismo e l'esperienza della lettura ad alta voce nella propria lingua madre.

In occasione dell’incontro del 7 ottobre verrà comunicato il calendario completo degli appuntamenti da ottobre 2022 a febbraio 2023.

Famiglie e bambini dai 5 ai 10 anni. A cura della Biblioteca Thouar e delle associazioni Amici della Biblioteca Thouar, Anelli Mancanti, Giardino dell'Ardiglione, Progetto Arcobaleno e coop. sociale L'Abbaino (Ludoteca La Mondolfiera). In collaborazione con la scuola Torrigiani-Ferrucci e con il Quartiere 1 e 4

Sabato 8 ottobre, ore 10:30

Go goals obiettivi per lo sviluppo sostenibile

Conosci l’ONU? Lo sapevi che gli Stati membri di questa organizzazione si stanno dando molto da fare per risolvere i problemi del mondo? Hai mai sentito parlare dei 17 obiettivi dell’agenda 2030? Sai che anche tu hai un ruolo fondamentale nella costruzione di un futuro più luminoso? Non sei aggiornato? Vieni a giocare con noi! Sapevi già tutto? Vieni a giocare con noi! Lancia il dado, rispondi alle domande sui 17 obiettivi, se arrivi primo alla casella “2030” hai vinto!.

Se il tempo lo permetterà il bellissimo chiostro verde della biblioteca diventerà il nostro tabellone di gioco, sarai tu stesso a impersonare la tua pedina e avanzare verso il traguardo. Se il tempo non lo permetterà non crucciamoci troppo, la pioggia è fondamentale e noi potremo comunque fare il gioco da tavolo al riparo dalla Dagli 8 ai 10 anni. A cura della Sezione Ragazzi della Biblioteca Thouar

Giovedì 13 ottobre 2022, ore 17

Storie di bambine e bambini che vogliono salvare il mondo

Storie di api, creature fondamentali che stanno rischiando l’estinzione. Scopriamo insieme i diversi ruoli che hanno all’interno dell’alveare e divertiamoci a costruirne uno insieme.

Dagli 8 ai 10 anni. A cura della Sezione Ragazzi della Biblioteca Thouar

Venerdì 14 ottobre ore 17

Le fiabe toscane stornellate

Nell'ambito della edizione autunnale di “Germogli Festival” un pomeriggio speciale dedicato alle fiabe toscane stornellate dalla Rosina e musicate da Gastone.

Germogli Festival è cultura, scienza, sport, ambiente e arte; è un festival per chi è giovane, ad ogni età. La prima edizione è stata realizzata al Parco Museo di Arte Ambientale di Poggio Valicaia nel 2021, ha coinvolto n.3000 partecipanti in 3 giorni e, mettendo in rete 15 associazioni ed enti del terzo settore del territorio, ha dato la possibilità a cittadini di poter accedere a spettacoli con attori, compagnie, artisti e scrittori di rilievo nazionale.

Famiglie e bambini dai 4 anni. A cura di Germogli Festival

Martedì 18 ottobre 2022, ore 16:00

Comunità educanti e orti in biblioteca: l'esperienza dei BibliOrtolani di BiblioteCaNova Isolotto

Un pomeriggio aperto a tutte le associazioni del territorio e ai singoli cittadini per confrontarsi con l'esperienza del BiblioOrto di BiblioteCaNova Isolotto e con il gruppo dei BibliOrtolani, con l'obbiettivo di dare continuità alla manutenzione e alle attività correlate agli orti didattici presenti nel chiostro della Biblioteca Thouar grazie al supporto della cittadinanza attiva del territorio Oltrarno

Una biblioteca sempre più sostenibile è possibile grazie anche al BibliOrto, laboratorio permanente di orticoltura ospitato a BiblioteCaNova Isolotto dal 2009 dedicato all'apprendimento delle tecniche di produzione di frutta e verdura, della coscienza alimentare, educazione sensoriale, difesa della biodiversità, consumo consapevole, economia solidale, educazione ambientale, cittadinanza attiva.

Una biblioteca sempre più sostenibile però è anche una biblioteca capace di imparare dalle esperienze vicine, di attivare risorse del territorio e di rendere possibile processi di "osmosi educativa" tra territori cittadini e associazioni che sono accomunate dal fatto di riconoscere alla biblioteca pubblica un ruolo fondamentale per la comunità locale, anche nell'ottica di obbiettivi globali, come quelli posti dall'Agenda 2030

L'incontro sarà un momento di riflessione e confronto su questi temi e di passaggio di esperienze, mission e obbiettivi tra associazioni che possono trovare una forma di partecipazione anche nella cura del verde e nella sensibilizzazione su tematiche ambientali. L'obbiettivo è dare continuità alla manutenzione e alle attività correlate agli orti didattici presenti nel chiostro della Biblioteca Thouar, rimasti in uso alla Biblioteca grazie al progetto #Tasso 21 (concluso nel giugno 2022).

Con Emiliano Rolle e Valentina Fontana (BiblioteCaNova Isolotto), i BiblioOrtolani, Carlotta Ansaldi (Amici della Biblioteca Thouar). In conversazione con Andrea Giorgio (Assessore all'Ambiente), Mirko Dormentoni (Presidente del Q4) e Costanza Fenyes (Presidente Commissione Cultura del Q1).

Giovedì 20 ottobre, ore 17

Caccia al rifiuto: la raccolta differenziata spiegata ai bambini

Leggiamo insieme la storia di Alba, lo straordinario pesce centenario che rischia l’estinzione a causa dell’enorme quantità di rifiuti che si trova nell’oceano. Riflettiamo insieme su quello che Alba ci ha insegnato e indaghiamo sul mondo dei rifiuti. Esistono quelli biodegradabili e quelli che, se riciclati in modo corretto, possono essere riutilizzati più volte! Armati di guanti diamo la caccia alla plastica nascosta nel chiostro della biblioteca e impariamo a gettarla nel bidone giusto!

Dai 5 agli 8 anni. A cura della Sezione Ragazzi della Biblioteca Thouar

Tutti gli incontri sono su prenotazione contattando la biblioteca 0552398740 o scrivendo a bibliotecathouar@comune.fi.it

Dalla Biblioteca innovativa alla Biblioteca sostenibile

La biblioteca di pubblica lettura è caratterizzata ormai da diversi anni da una mutazione interna che non la definisce più esclusivamente per i servizi che fornisce, ma, piuttosto, per la capacità di accogliere, attrarre e includere le persone. Questa è quella che, con la definizione di David Lankes, chiamiamo Biblioteca innovativa. La tappa successiva di questo percorso sarà probabilmente quella della Biblioteca sostenibile.

L’evoluzione della biblioteca pubblica risponde infatti a un’esigenza della contemporaneità che ci investe non soltanto come membri della società, ma soprattutto come individui appartenenti ad una “specie” vivente della quale vorremo contribuire a garantire la sopravvivenza fisica e di pensiero, come esseri umani e come animali “narranti”.

E quindi, cos’è la Biblioteca sostenibile?

La definizione è forse più scontata di quanto si potrebbe immaginare: una biblioteca pubblica sostenibile, infatti, è una biblioteca che, in quanto pubblica, e quindi presidio democratico di servizi legati al lettura, e in quanto innovativa, e quindi capace di utilizzare gli strumenti del libro e della lettura come catalizzatori di partecipazione, riesce ad incidere non solo nella programmazione delle politiche culturali, ma anche rispetto alle politiche educative, sociali e ambientali del proprio territorio. La biblioteca di pubblica lettura diventa quindi agente di sostenibilità rispetto soprattutto all’obbiettivo 11 (Città e comunità sostenibili) assumendo il ruolo di interlocutore tra Amministrazione e cittadinanza e il ruolo di “facilitatore” all’interno del proprio quartiere e della sua comunità, in quanto rappresenta il Luogo dove realizzare microeconomie circolari di capacità e competenze dei cittadini, dove trovare spazio per l’immaginazione civica e lo sviluppo personale attraverso gli strumenti del libro e la lettura.

Hai trovato interessante questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato
Scroll to top of the page