Due libri a confronto: due diverse storie

Presentazione di "Questa guerra tanto rovinosa per tutto il mondo" e "Non state in pensiero per me" alla Biblioteca delle Oblate

Giovedì 19 maggio alle ore 17, la Biblioteca delle Oblate ospiterà la presentazione di due libri: 

  • Questa guerra tanto rovinosa per tutto il mondo. Dai diari di Fosco Guidugli a cura di Patrizia Fornaciari (Pacini Fazzi, 2019)
  • Non state in pensiero per me. Ricordando la prigionia di Giancarlo Torricelli Ciamponi di Guidetta e Paola Torricelli Ciamponi (Ravenna – stamperia Ravegnana)

La storia di un sottufficiale di Marina che naufraga sul Fiume a Capo Matapan dialoga con quella di uno studente toscano proveniente da una famiglia di proprietari terrieri. 

Modera: 
- Paolo De Simonis – Consigliere ANEI (Associazione Nazionale Ex Internati)
Introduce:
- Alessandro Martini, Assessore del Comune di Firenze
Interventi:
- Mauro Perini, Presidente ANEI (Associazione Nazionale Ex Internati) sez. Firenze
- Patrizia Fornaciari
- Guidetta Torricelli Ciamponi

Nle libro Non state in pensiero per me, scritto soprattutto per trasmettere il ricordo ai nipoti ed altri familiari, il giovane tenente Giancarlo Torricelli Ciamponi manifesta le sue preoccupazioni per la pena che provoca ai suoi familiari e tiene viva la speranza di portare a termine gli studi di ingegneria già intrapresi. Il libro, stampato nella Stamperia Ravegnana, è stato costruito attraverso il collegamento di lettere inviate alla famiglia e vari eventi da lui stesso annotati nelle pagine dei propri appunti. Torricelli non finì i suoi studi; una volta rientrato, dovette prendersi cura delle attività familiari. Per nostra fortuna, si dedicò alla produzione della omonima cioccolata ed il pensiero dei lettori più anziani correrà sicuramente al negozio di via Cerretani.

Nel libro estratto dai Diari di Fosco Guidugli, "Questa guerra tanto rovinosa per tutto il mondo" (Pacini Fazzi editore), si ricostruisce la vicenda del Guidugli, capocannoniere del CREM, che riuscì a salvarsi dopo aver fatto naufragio a Capo Matapan, a seguito dell’affondamento dell’incrociatore Fiume. Naufrago, prigioniero di guerra in Grecia, liberato dagli alleati tedeschi, di nuovo prigioniero degli ex alleati, dopo l’8 settembre 1943, deportato in Germania e in Polonia e da Internato militare utilizzato come lavoratore coatto negli ultimi due anni del conflitto.
Patrizia Fornaciari ha dato un taglio, pressoché didattico alla sua redazione, in quanto ha illustrato il contesto storico del momento, inserendoci ampi passi tratti dai Diari di Fosco, quasi a fornire un esempio di convalidazione di quello che la storia ci tramanda.


Per informazioni e prenotazioni telefonare al numero 055 261 6523 oppure scrivere a bibliotecadelleoblate@comune.fi.it

Hai trovato interessante questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato
Scroll to top of the page