Alla scoperta di Trying to grow wings

Fino al 3 luglio al MAD, visite guidate e laboratori per famiglie per scoprire come “far crescere le ali” con la mostra dell’artista serba

Andare alla scoperta della storia e delle tradizioni raccontate nella mostra “Trying to grow wings”, dell’artista serba Ana Vujovic e allo stesso tempo scoprire gli spazi dell’ex carcere delle Murate che oggi ospita il distretto d’arte contemporanea MAD. È questo lo spirito con cui vengono proposte, fino al 3 luglio le visite guidate gratuite per giovani e adulti organizzate da MUS.E insieme al workshop “Sulle ali dell’arte” per famiglie con bambini dai 6 ai 12 anni.

Le visite per giovani e adulti in programma ogni domenica dal 29 maggio fino al 3 luglio (alle 10 e alle 11:30) permettono di conoscere la ricchissima storia del complesso delle Murate e nello stesso tempo avvicinarsi alle opere e ai lavori esposti. Grazie alle visite è possibile approfondire la storia delle Murate, dalla sua fondazione come convento femminile per le monache di clausura, alla trasformazione in carcere nell’Ottocento fino allo smantellamento nel 1986, anno della riforma carceraria di Mario Gozzini. L’itinerario si snoda tra gli spazi del complesso con particolare attenzione alla mostra attualmente in corso, frutto di una lunga residenza di Ana Vujovic negli ambienti oggi dedicati al centro di arte contemporanea.

Attraverso il concetto di canone e del gesto di tessitura, già al centro della serie Kanonatra, l’artista si è calata nel contesto fiorentino scegliendo di utilizzare come materia prima sete e carte pregiate, grazie alla collaborazione di Antico Setificio Fiorentino e Rossi1931.

Il fil rouge che attraversa il corpus di opere create per la mostra “Trying to grow wings” è il simbolo dell'uccello, che l’artista ha individuato sia nel pattern del tessuto rinascimentale “Uccellini” sia in alcune carte tradizionali: lo ritroviamo in tutti gli ambienti, dall’esterno all'interno di MAD, quale simbolo di resilienza. La città di Firenze, fiera di una bellezza antica e presente, è fin dal primo sopralluogo apparsa all’artista autentica e resistente grazie al senso profondo di comunità, riscoperto da Ana Vujovic quale segno fondante il MAD, e potente strumento di reazione e rivivificazione estetica.

Il sabato invece (alle 15 e alle 16:30), dal 28 maggio al 2 luglio, spazio alle famiglie con bambini dai 6 ai 12 anni che potranno partecipare al workshop gratuito “Sulle ali dell’arte”, che consentirà di approfondire le tematiche della mostra e alcune delle tecniche dell’artista. I partecipanti lavoreranno con carte pregiate per realizzare un loro oggetto d’arte tridimensionale.

Info e prenotazioni: 055-2768224 e info@musefirenze.it

Hai trovato interessante questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Notizie correlate

Scroll to top of the page