Il nostro Palazzo Vecchio

Palazzo Vecchio visto con gli occhi dei bambini, il concorso per le scuole primarie, presentazione degli elaborati entro il 6 maggio

Com’è Palazzo Vecchio visto con gli occhi di un bambino? Un grande e antico palazzo in pietra con una torre? La casa del sindaco? La corte dei granduchi? O forse un misterioso scrigno di opere d’arte? Il concorso “Il nostro Palazzo Vecchio”, indetto da MUS.E in occasione del 20° anniversario dell’associazione e indirizzato a tutte le classi delle scuole primarie fiorentine, vuole proprio scoprire questo, ovvero come i piccoli cittadini percepiscono il palazzo simbolo della loro città e lo fa chiedendo di sviluppare un elaborato artistico originale che rappresenti questo luogo unico, sede del governo cittadino e straordinario museo di sé stesso.

Un disegno, un dipinto, un collage, una fotografia, un prodotto audio o un video, queste le tipologie di elaborati con cui i giovani studenti possono scegliere di misurarsi per raccontare Palazzo Vecchio. Gli alunni, coordinati e guidati dai docenti, potranno sviluppare un elaborato (uno per ogni classe partecipante) che sintetizzi la loro personale visione di Palazzo Vecchio, ispirandosi ai linguaggi artistici più disparati, siano essi del passato o del presente, celebri o del tutto originali. A partire dalla visita e dallo studio di Palazzo Vecchio, le scuole sono invitate così a sviluppare un’originale elaborazione dell’immagine di questo luogo, non solo della sua storia e della sua arte ma soprattutto del valore simbolico che ha per ciascuno.

Gli elaborati, che dovranno essere consegnati entro il 6 maggio – verranno valutati da una commissione e tutte le classi partecipanti potranno intervenire (secondo modalità e procedure in conformità con i protocolli anti-contagio) alla premiazione che si svolgerà nei giorni del festival Firenze dei Bambini, dal 13 al 15 Maggio. Durante l’evento saranno proclamate le tre scuole vincitrici: i primi classificati riceveranno una lavagna interattiva Activpanel, i secondi classificati una Go-pro e la scuola che si posizionerà al terzo posto si aggiudicherà un microscopio.

Tutte le scuole coinvolte riceveranno infine un premio di partecipazione costituito da prodotti artistici Giotto, love brand di F.I.L.A. Fabbrica Italiana Lapis ed Affini.

Il bando di concorso è scaricabile dal link in calce, gli elaboratori vincitori saranno pubblicati sul sito di Muse

Hai trovato interessante questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato
Scroll to top of the page