Il Bello e il Mistero

Sarà "Firenze e il suo tempo" il tema centrale delle conferenze a cura di Anita Norcini Tosi, al via dal 9 ottobre alla Biblioteca delle Oblate

In questa edizione de “Il Bello e Il Mistero”, Anita Norcini Tosi analizzerà i cambiamenti che Firenze ha vissuto nel corso dei secoli.

Partendo dal tempo della peste nera che flagellò Firenze a metà del XIV secolo, l’attenzione sarà puntata sulla sua realtà religiosa, civica, artistica e architettonica, densa di trasformazioni a quel tempo. Il tema della conferenza successiva si articolerà, partendo proprio dalla vita sociale del Trecento con le novelle del Boccaccio, il quale portò in prosa l’essenza dell’animo umano in tutte le sue sfaccettature. Cosimo il Vecchio sarà, poi, il protagonista del tempo dell’Umanesimo segnato dal Concilio di Firenze che darà vita a quella incredibile stagione di genialità culturale che avrà in Firenze il suo massimo centro artistico. La morte della figlia di Cosimo III, Anna Maria Luisa, segnerà il cambiamento di dinastia, dalla famiglia Medici ai Lorena, riconoscendo a questa straordinaria donna il ruolo decisivo di avere salvato tutto il patrimonio artistico della Città. Le guerre risorgimentali e l’avvento dei Savoia porteranno Firenze ad essere capitale del Regno d’Italia con un’ampia trasformazione culturale e del tessuto cittadino. Il fermento del cambiamento arriverà sino al Novecento con l’avvento in Città di nuove riviste, caffè cittadini e dibattiti culturali, che hanno fatto di Firenze una fucina culturale e artistica, un luogo di confronto e dibattito, un cantiere artistico e letterario aperto alle più sperimentali e alternative esperienze.

La partecipazione è gratuita su prenotazione, telefonando al numero 055 261 6523 oppure scrivendo a bibliotecadelleoblate@comune.fi.it. E' possibile prenotarsi dal 20 del mese precedente.

Programma 

Sabato 9 ottobre, ore 17
Firenze 1348: la sua realtà storica, politica e religiosa ai tempi della peste nera
La conferenza verterà su un parallelo fra il tempo della Firenze medievale annientata dal virus della peste nera con il tempo vissuto oggi nell’era COVID. In ogni tempo con diverse realtà culturali l’uomo è sempre protagonista di tali sfide.

Sabato 6 novembre, ore 17
Boccaccio e il suo Decamerone
La prosa del Boccaccio si lega alla poesia di Dante ambedue parlano della vita della Firenze medievale. Le novelle del Boccaccio aprono ad uno spaccato di umanità che esprime la sua vera essenza in una dimensione atemporale.

Sabato 4 dicembre, ore 17
Firenze 1439, il Concilio di Firenze.
La cavalcata dei Magi di Benozzo Gozzoli Con il Concilio la Città si apre all’Umanesimo che
trova come protagonista Cosimo il Vecchio e il cenacolo dei suoi letterati ed artisti.

Sabato 18 dicembre, ore 17
Il processo Firenze 1529 l’assedio della Città, la fine della Repubblica,

L’uccisione di Francesco Ferrucci

Sabato 15 gennaio 2022, ore 17
1670 Cosimo III e la fine della dinastia medicea

La conferenza aprirà il ventaglio dei personaggi che hanno vissuto la scena culturale, politica e sociale della Firenze da Cosimo il primo Duca di Firenze fino al lungo regno di Cosimo III

Sabato 12 febbraio 2022, ore 17
1743, la morte di Anna Maria Luisa dei Medici, principessa elettrice del Palatinato.
Inizia la dinastia dei Lorena

All’ultima donna della famiglia Medici dobbiamo il nostro patrimonio artistico, a lei che ha avuto il coraggio di tenere alto il gonfalone di Firenze, aprendo al tempo stesso ad una nuova dinastia.

Sabato 12 marzo 2022, ore 17
1865: la città di Firenze, capitale del regno di Italia
Il volto urbano si trasfigura: la città medievale acquista l’aspetto e la forma della modernità. La
cultura respira il vento del Risorgimento.

Sabato 9 aprile 2022, ore 17
Firenze e il ‘900: il movimento futurista

I caffè fiorentini e le riviste sono i protagonisti della nuova stagione artistica fiorentina proiettata
verso il futuro.

Per entrare in Biblioteca è necessario presentare la certificazione verde Covid-19 (Green Pass) e un documento di identità.

Scroll to top of the page