Appuntamenti con... come si diventa protagonisti

Alla Biblioteca delle Oblate un ciclo di conferenze che presenta sotto una luce inedita personalità che hanno lasciato un segno indelebile nella civiltà occidentale.

Ciò che li ha resi protagonisti è un aspetto troppo spesso non detto, ma essenziale: l’intreccio tra vita e pensiero, tra riflessione filosofica e azione storica
A cura di Lucia Felici, Prof.ssa di Storia Moderna dell’Università degli Studi di Firenze e di Roberta Lanfredini, Prof.ssa di Filosofia teoretica dell’Università degli Studi di Firenze. Il ciclo di incontri è promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze e dall’Università di Firenze con il patrocinio di Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte, Spettacolo e Dipartimento di Lettere e Filosofia

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.


Lunedì 23 marzo ore 18 Erasmo da Rotterdam INIZIATIVA ANNULLATA

Alla scoperta di un Erasmo sconosciuto. Non solo principe degli umanisti, ma costruttore di un'Europa pacifica e senza frontiere, audace riformatore della cristianità con proposte intellettuali, religiose socio-politiche d'avanguardia che influirono sullo sviluppo del mondo moderno. A cura di Lucia Felici.

Lunedì 30 marzo ore 18 Hannah Arendt INIZIATIVA ANNULLATA

Un ritratto di una delle più importanti e controverse intellettuali del 900: Hannah Arendt. Attraverso la ricostruzione del profilo biografico della filosofa e politologa tedesca sarà ripercorso il suo ruolo nel dibattito contemporaneo sul totalitarismo e la banalità del male. A cura di Valeria Galimi.

Lunedì 20 aprile ore 18 Santa Caterina da Siena

Caterina da Siena, nel panorama delle esperienze di santità medievali, costituisce un caso estremamente interessante e peculiare: impegnata nella riforma della chiesa, intelligente autrice di opere teologiche, instancabile ‘madre spirituale’ di uomini e donne, laici e religiosi, con il suo esempio Caterina ha impresso un segno assai rilevante nella storia della società tardo medievale, accreditandosi in breve tempo quale modello di santità che sarebbe stato inseguito e replicato da molte sante e devote nei secoli successivi. A cura di Isabella Gagliardi.

Lunedì 27 aprile ore 18 Sigmund Freud

La casa è il luogo che, più di ogni altro, reca il passaggio di un’esistenza. Costretto a lasciare l’Austria a causa della persecuzione nazista, Freud ricorda la sua casa viennese. Questa memoria diventa l’eccezionale discesa nell’inconscio del padre della psicanalisi. A cura di Sergio Vitale.

Lunedì 4 maggio ore 18 René Descartes

Gli aspetti cardine del nostro presente (e futuro prossimo) erano già insiti in Cartesio. Conoscere Cartesio significa capire le dinamiche filosofiche del nuovo millennio: la solitudine e il rapporto con l’Altro, ma anche la realtà virtuale e le intelligenze artificiali. A cura di Daniele Ramadan.

Lunedì 11 maggio ore 18 Henry Bergson

Bergson opera una revisione radicale delle nozioni di tempo e di memoria e restituisce alla filosofia una realtà incredibilmente viva. A esistere davvero, allora, non è il concetto di un uomo in generale ma è proprio l’uomo in azione, in continuo mutamento. A cura di Letizia Cipriani.

 

Scroll to top of the page