Identities. Leggere il contemporaneo

Martedì 18 gennaio alla Biblioteca delle Oblate nuovo incontro del ciclo "Identities. Leggere il contemporaneo "

Ospiti nel mese di gennaio gli scrittori Jacopo Nori, Donatella Lippi, Nicolò D’Afflitto che presentano il loro ultimo libro  "I pomodori a raggi X" (Polistampa), e Franco Cardini con "Le dimore di Dio. Dove abita l’eterno" (Il Mulino).

Gli incontri della rassegna sono curati dall'Associazione culturale La Nottola di Minerva con il sostegno del Comune di Firenze e della Fondazione Cassa Risparmio di Firenze.

La partecipazione è gratuita su prenotazione telefonando al numero 055 261 6523 oppure scrivendo a bibliotecadelleoblate@comune.fi.it 

Programma

Martedì 11 gennaio, ore 18
Sala Storica Dino Campana
Jacopo Nori, Donatella Lippi, Nicolò D’Afflitto – I pomodori a raggi X

Letture e musiche a cura di Letizia Fuochi
In collaborazione con la Fondazione Careggi Onlus nell’ambito del progetto “Ci piace l’impossibile

Autrici ed Autori, ognuno specialista nel proprio campo di studio, propongono un percorso interdisciplinare divulgativo, basato su un approccio fedele alle fonti, per ricostruire il nome, l’utilizzo, l’identità di un prodotto della terra che, proveniente dai Paesi d’oltre Oceano, si è coniugato in maniera naturale con le risorse dell’ambiente mediterraneo, passando attraverso una catarsi, che lo ha riabilitato agli occhi di medici e consumatori.

Il pomodoro rappresenta, infatti, il prodotto della contaminazione tra tradizioni diverse di ciò che riteniamo, invece, identificativo e fondante la nostra specificità: spaghetti al pomodoro e pizza al pomodoro sono infatti il frutto di scambi e incontri, che affondano le loro radici in posti e pasti di culture lontane. Attraverso la Spagna, la salsa al pomodoro, profumata d’aceto, incontrava i carboidrati preparati secondo la tradizione medio-orientale, sposandosi indissolubilmente con la storia della Sicilia e di Napoli, i primi veri hub internazionali della pasta.

Storia e ricette. Preparazioni di grandi chef rendono l’opera fruibile anche in una prospettiva conviviale, proponendo saggi e assaggi dalle forme oblunghe o rotonde, colorate di rosso e d’oro

Martedì 18 gennaio alle ore 18
Sala Storica Dino Campana
Franco Cardini – Le dimore di Dio. Dove abita l’eterno
L’autore dialogherà con: Padre Bernardo Gianni di San Miniato a Monte, Elzir Izzedin della Comunità Islamica di Firenze, Filippo Tedeschi Vice Rabbino della Comunità Ebraica di Firenze
Modera Maria Cristina Carratù // Letture a cura di Federica Miniati

È diffusa l'opinione che Dio sia già sceso almeno una volta sulla terra per venirci a cercare, accettando per questo, lui, re del cielo, di giacere bambino in una grotta. Spetta a noi adesso andare a cercarlo. Ed è così che l'uomo da sempre costruisce templi per incontrare Dio. Dov'è Dio? Dalla più remota antichità e dai recessi più profondi dell'inconscio, il suo silenzio ci ha parlato in infiniti modi. Lo abbiamo colto nei misteri della natura e nelle meraviglie dell'arte tutte le volte che, al di là dei limiti del visibile e del comprensibile, abbiamo visto una luce e sentito vibrare il suono della sua potenza. Prendendo le mosse dalla ricerca di un divino immaginato e sperato, questo libro approda alle immagini concrete di come Dio si sia proposto nelle opere dell'uomo, in quelle forme architettoniche spesso perdute, malintese e dimenticate del santuario, del tempio, della sinagoga, della cattedrale, della moschea. Un percorso drammatico e intenso verso i luoghi dell'eterno a misura d'uomo.

L'accesso in Biblioteca è consentito esclusivamente agli utenti possessori del Green Pass rafforzato e di un documento di identità, agli utenti di età inferiore ai dodici anni e ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale.

Per partecipare agli eventi nelle Biblioteche è necessario indossare mascherine di tipo FFP2

Questo blocco è in errore o mancante. Potresti aver perso dei contenuti, o potresti provare se riesci a abilitare il modulo originale.
Scroll to top of the page