Felicità metropolitane

A novembre e dicembre nelle Biblioteche del sistema SDIAF, incontri e reading con autori sul tema della felicità.

Una rassegna orientata alla promozione del libro e della lettura a cura dell'Associazione culturale La Nottola di Minerva, realizzata con il contributo della Città Metropolitana di Firenze e in collaborazione con lo SDIAF (Sistema Documentario Integrato Area Fiorentina).

// venerdì 8 Novembre ore 18 / Biblioteca Filippo Buonarroti - Firenze 
Presentazione del libro "Divino amore" di Stefania Bertola(Einaudi, 2019). 
Incontro con l'autrice, letture dal vivo a cura di Giulia Cavallini
"Un romanzo romanticissimo ma al contempo esilarante, che gioca con l’amore attraverso il racconto di una Cenerentola contemporanea."

// venerdì 15 novembre ore 18 / Biblioteca Ernesto Ragionieri - Sesto Fiorentino
Presentazione dei libri  "La felicità degli antichi. 
Idee e immagini di una buona vita" a cura di DavideSusanetti  (Feltrinelli, 2018) e "Luce delle muse" di DavideSusanetti (Bompiani, 2019).
L’autore dialoga con Maria Cristina Carratù. Letture dal vivo a cura di Gianluigi Tosto
"Tutti gli uomini vogliono essere felici, ma che cos'è la felicità? La domanda è già antica: poeti, sapienti e filosofi, della Grecia e di Roma, hanno tentato di offrire delle indicazioni per avviarsi a una vita "buona" e "felice"."

// giovedì 28 novembre ore 18 / BiblioteCaNova Isolotto - Firenze
Presentazione del libro "Strade perdute.
Viaggio sentimentale sulle vie che hanno fatto la storia" di Alessandro Vanoli (Feltrinelli, 2019). L’autore dialoga con il giornalista Paolo Ciampi. Letture dal vivo a cura dell’autore. Musiche dal vivo a cura di Alex Biagi
"Storie di mondi lontani nel tempo e nello spazio, di pellegrinaggi a piedi e di navigazioni eroiche rivelano che per conoscere le nostre radici europee dobbiamo spingerci verso luoghi remotissimi."

// sabato 30 novembre alle 18 / Biblioteca Oblate - Firenze
Presentazione del libro "Fate come se non ci fossi" di Marco Presta (Einaudi, 2019). Incontro e reading con l'auote.
"Con uno sguardo caustico e perplesso, profondamente partecipe, Marco Presta, ci restituisce un'umanità che ci fa sorridere e pensare, senza giudizio, ma anche senza facili vie di fuga."

Scroll to top of the page