Riaprono le Biblioteche comunali fiorentine

Dal 13 luglio sono riaperte tutte le Biblioteche comunali. È possibile accedere su prenotazione per ritirare e restituire il materiale, utilizzare le sale studio e lettura, i PC e i dispositivi digitali, cercare i libri a scaffale

Dal 13 luglio sono riaperte le Biblioteche con il consueto orario estivo ed è possibile utilizzare le sale e muoversi autonomamente all’interno delle strutture.

Per cercare i libri a scaffale, accedere alle sale studio e di lettura, alle sezioni bambini e ragazzi, utilizzare i servizi di prestito e restituzione, i dispositivi digitali e le postazioni Internet è necessario prenotarsi tramite email o per telefono durante l’orario di apertura (BiblioteCaNova Isolotto accetta prenotazioni solo per telefono). Se la prenotazione avviene per email è necessario aspettare la conferma dell'appuntamento prima di andare in biblioteca. È riattivato anche il prestito interbibliotecario ed è possibile inoltrare nuove richieste.

Si possono effettuare prenotazioni per brevi permanenze per scegliere libri a scaffale oppure rimanere per più tempo nelle sale della biblioteca per studio o lettura. Le lunghe permanenze sono organizzate in due fasce orarie dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19 (il sabato alla Biblioteca delle Oblate la fascia del mattino è dalle 10 alle 13)È possibile effettuare un massimo di 3 prenotazioni alla settimana. La prenotazione è personale, la postazione assegnata non può essere ceduta ad altri e sarà igienizzata a ogni cambio di prenotazione. I servizi terminano 15 minuti prima dell'orario di chiusura.

Gli orari di apertura validi dal 13 luglio al 30 agosto sono: Biblioteca delle Oblate lunedì dalle 14 alle 19, da martedì a venerdì dalle 9 alle 19 e sabato dalle 10 alle 19; Biblioteca Palagio di Parte Guelfa, Biblioteca Thouar, Luzi, Villa Bandini, BiblioteCaNova Isolotto, Buonarroti, Orticoltura, lunedì dalle 14 alle 19, da martedì a venerdì dalle 9 alle 19 e sabato dalle 9 alle 13; Biblioteca Pieraccioni, dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13. La Biblioteca De Andrè e quella del Galluzzo saranno aperte il lunedì dalle 14 alle 19, martedì e giovedì dalle 9 alle 19 e mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13.

Durante l’estate tutte le Biblioteche osserveranno le solite chiusure programmate, è sospesa l’apertura serale della Biblioteca delle Oblate e di BiblioteCaNova Isolotto, rimangono chiuse le due biblioteche scolastiche ITI Leonardo da Vinci e la Biblioteca dei ragazzi di Santa Croce, il punto di lettura Luciano Gori e il servizio di Bibliobus è sospeso. Considerata la chiusura estiva programmata la Biblioteca di Palagio di Parte Guelfa riaprirà lunedì 27 luglio. La Biblioteca Orticoltura è aperta da lunedì 13 luglio per le operazioni di prestito e restituzione mentre l'apertura delle sale per lo studio e la lettura è posticipata al 29 luglio.

Rimane valida la “quarantena” per i libri. I materiali restituiti non sono rimessi in circolazione immediatamente per osservare un periodo di isolamento di 7 giorni, intervallo di tempo che la letteratura scientifica suggerisce per “disinnescare” il rischio trasmissione del virus da oggetti a esseri umani. I libri consultati o letti in sede invece non verranno messi in isolamento poiché il loro utilizzo potrà avvenire solo con i dovuti dispositivi individuali di protezione.

Si accede mantenendo la distanza di sicurezza interpersonale di metri 1,80, utilizzando la mascherina protettiva che copra naso e bocca e dopo aver disinfettato le mani con soluzioni idroalcoliche.

All'ingresso viene misurata la temperatura e non si può entrare se supera i 37,5° oppure se si hanno sintomi da infezione respiratoria, tosse e respiro corto.

Il servizio è assicurato nel rispetto di tutte le indicazioni igienico-sanitarie indicate dalle disposizioni legislative per garantire la sicurezza dei lavoratori e degli utenti. Tutti gli ambienti accessibili al pubblico e al personale sono sanificati regolarmente e sono adottate tutte le misure in grado di garantire un buon ricambio d’aria. Per garantire il rispetto delle norme di sicurezza, con la riapertura delle sale, sarà organizzato un servizio di sorveglianza.

Come regola di buon senso da applicare sempre, ma soprattutto in questo periodo, non è consigliato bagnarsi le dita con la saliva per voltare le pagine dei libri, si è invitati a non tossire o starnutire sui documenti e a maneggiare i libri della biblioteca solo dopo avere pulito e disinfettato le mani.

I dati relativi alle persone che si sono prenotate per l’uso degli spazi sono conservati per 15 giorni allo scopo di avvisare tutti gli interessati nel caso uno degli utenti presenti in quell’intervallo di tempo sia risultato positivo al Covid-19.

Notizie correlate

Scroll to top of the page